Intervista fai da te

Scrivere

 

Come hai iniziato a scrivere? Chi ti leggeva all'inizio?


Se il come si riferisce al modo, con una Olivetti Valentine. Se il come si riferisce al perché, invece, direi sotto la spinta di emozioni, che per anni mi hanno reso scriba più che scrittore.

 

Qual è il tuo genere preferito? Alcuni link dove possiamo vedere o leggere qualcosa di una tua opera recente?

 

Non ho un genere preferito, se non in tutto quello che riguarda il dolore: male naturale e spirituale da errore culturale. In perdamasco.it (sito non interattivo) ho messo la mia visione della vita. Fra qualche tempo collocherò in rete la nuova versione.

 

Com'è il tuo processo creativo? Che cosa succede prima di sederti a scrivere?

 

Il mio motto è: vivere, guardar vivere, guardarmi vivere. E' motto che muove e nel contempo incanala le mie emozioni. Ricevo le mie emozioni, come domande alle quali devo dare risposta. Non ho cultura per risposte precotte e/o convenzionali. Davanti al Pc mi siedo con la mente assolutamente vuota. Inizio il testo con la prima frase che mi viene. Sento che il testo è compiuto, quando non vi trovo alcuna forma di dissidio fra quello che sento di dover dire e quello che ho scritto.

 

Che tipo di lettura ti attiva la voglia di scrivere?

 

La lettura di un dato fatto.

 

A tuo parere, quali sono gli ingredienti basilari di una storia?
 

Quelli della vita che sento di volta in volta.

 

In che panni ti senti meglio: prima persona o terza?
 

Nei miei.

 

Che scrittori famosi ammiri di più?

 

I famosi non fumosi.

 

Cosa rende un personaggio credibile? Come crei i tuoi?

 

L'identificazione. Sono il creato - creatore di un solo personaggio: La Drita consigliera preferita. Lo si veda in blogs.it al tag ladrita. Sono "lettere" in dialetto veneto: un po' maccheronico anche.

 

Sei altrettanto bravo raccontando storie oralmente?

 

Ammessa una bravura su cui dubito sempre, non racconto storie: non di fantasia, perlomeno.

 

Nel più profondo delle tue motivazioni, per chi scrivi?

 

Per il futuro.

 

Si può scrivere come terapia personale? I conflitti interni sono una forza creativa?

 

Direi, che si scrive, per terapia personale. Il superamento di un lutto per la morte di una vita, nel mio caso, e/o il superamento di un lutto per la morte della vita, nei casi di superiore capacità, vuoi umana, vuoi culturale. Si, i conflitti interni sono sempre una forza; non sempre creativa, ma "creativa" è concetto che si può osar di dire in arte ma non nel vivere: nel vivere la personale (che non può non riflettersi nel collettivo, quando non nell'universale) è forza che non ha fine neanche con la vita del dato creatore.

 

Ti serve il feed-back dei lettori?

 

Temo di non sapere cosa sia il feed- back, ma se serve, serve.

 

Ti presenti a concorsi? Hai ricevuto premi?
 

Devo aver vinto un pacchetto di sigarette una volta. No, il viaggio "per Damasco" che ho presentato nel sito è di per sé concorso e premio in ragione della raggiunta umanità del concorrente che decide di percorrerlo. 

 

Mostri i tuoi bozzetti a qualcuno di fiducia per avere la sua opinione?

 

L'ho fatto. Ho smesso. Oltre che "bello" o "bravo" non ottenevo.

 

Credi ti aver già trovato la "tua voce" o è qualcosa che cercherai eternamente?

 

Nel mio ideale ho trovato "la voce". Parla di principi universali. Avendoli detti, che altro dovrei dire? Nel reale, invece, non può non essere confronto con altre voci, quindi, continua ricerca di verità.

 

Ti imponi una disciplina per organizzare orari, mete, ecc? Quale?

 

Nessuna disciplina: amo il dis - ordine.

 

Di cosa ti circondi nel tuo studio di lavoro per favorire la tua concentrazione?

 

Di silenzio.

 

Scrivi allo schermo, stampi con frequenza, correggi nel foglio….? Com'è il tuo processo?

 

Faccio tutto allo schermo.

 

Che pagine on-line frequenti per condividere esperienze o informazioni?

 

Per le informazioni di cronaca la Repubblica. Per gli altri generi, secondo necessità.

 

Com'è stata la tua esperienza con case editrici?

 

Per una firma non nota, una casa editrice è solo una tipografia con firma nota, quindi, un mercato che, a livello economico non sono in grado di affrontare.

 

In che progetto stai lavorando ora?

 

Sto continuando quello detto nel mio motto: vivo, guardo vivere, mi guardo vivere.

Personalità

 

Qual è il tuo punto di equilibrio tra lavorare per vivere e vivere per lavorare?

 

Dare al sociale quello che è del sociale e a me quello che è mio.

 

Che tecniche funzionano per calmare la mente in momenti di tensione?

 

Calmo la mente rifiutandomi di seguire i dissidi che porge alla mia attenzione: con altro dire, la zittisco, così come si fa con i seccatori.

 

Qual è la maggior perdita che hai dovuto incassare nella tua vita?

 

La morte di chi ho amato.

 

Dopo aver vinto 9 volte di fila alla roulette, cosa fai? Continui approfittando del buon filone, o abbandoni perché statisticamente ora ti toccherebbe perdere?

 

Non saprei rispondere. Non mi affascina nessun gioco.

 

C'è qualche superstizione che ti fa cambiare il tuo modo di vivere?

 

No.

 

Conoscere il segno zodiacale di una persona ti aiuta a conoscerne il suo comportamento?

 

Alla stregua di una sottana. Mi aiuta a capire se è femmina chi la indossa.

 

Quali sono le tue passioni?

 

Amare desiderare leggere.

 

Che attore ti sarebbe piaciuto essere?

 

Salvo Randone.

 

Se ti mandassero in un'isola deserta, che libro, disco o film ti porteresti?

 

Decine di libri sono diventati me, quindi, porterei me.

 

Un piccolo piacere che per te è molto grande.

 

La cortesia.

 

Come reagisci di fronte alle chiamate di marketing?

 

Con curiosità e disincanto.

 

Sei un ex-fumatore? Come sei riuscito a smettere?

 

Sinora sono riuscito a smettere solo tra sigaretta e sigaretta.

 

Sono le 5 del pomeriggio di una domenica tipo. Che cosa stai facendo?

 

Al bar gelateria di un amico: caffè e gelato.

 

Qualcosa in cui sei completamente incompetente?

 

Politica

 

Di che cosa sei drogato?

 

Dall'ignoranza.

 

Qual è stato il giocattolo che ti fece passare i migliori momenti della tua infanzia?

 

Domanda giunta con un ritardo di 60anni.

 

Com'era il tuo profe preferito delle superiori?

 

Alle superiori solo per il raggiungimento del biennio. La profe di religione. Poveretta.

 

Come hai conosciuto il tuo patner attuale?

 

Non ho partner attuale.
 

Qual è stato il tuo primo veicolo?

 

Una Simca mille di un verde pisello, che più pisello di così non c'era!

 

I tuoi propositi per l'anno nuovo?

 

Non permettere alla melma di raggiungere il labbro inferiore.

 

Qualcosa che ancora non hai fatto ma che farai sicuramente nel futuro?

 

Morire?

 

Qual è stata la miglior notizia che hai visto pubblicata durante la tua vita?

 

Se c'è stata, non la ricordo.

 

Dove vivresti nel mondo, senza alcun dubbio?

 

Non sceglierei mai un posto dove non c'è alcun dubbio, e non avendo raggiunto la verità, (assenza totale del dubbio) un posto vale l'altro.

 

Un'abitudine negativa che sei riuscito a superare?

 

Destarmi al suono di una sveglia.

 

Una parola o espressione che ami.

 

Tesoro.

 

Una parola o espressione che detesti.

 

Sono sicuro!

 

Cosa immagini farai una volta pensionato?

 

Domanda che cade a fagiolo in quanto pensionato che ancora non riscuote la minima che gli compete. Cercar di sopravviver, temo.

Idee

 

Dio creò il mondo in 7 giorni, o credi nella teoria dell'evoluzione?

 

Evoluzione.  ps. Alla data di questa verifica preciso: creazione è il momento primo. Evoluzione, i conseguenti.

 

In che percentuale credi nelle statistiche?

 

50%

 

Credi che molte malattie possano essere create dalla mente?

 

Non dalla mente, ma da disfunzioni nella mente.

 

Credi sia vero che usiamo solo un 10% del nostro potenziale cerebrale?

 

Se usiamo il cervello come generalmente si usa il telefonino, si.

 

L'oroscopo in giornali e riviste? Che grado di credibilità gli dai?

 

Nessuna.

 

Entrare nel metro senza pagare, rubare nei negozi, c'é un'eccessiva tolleranza a favore di queste piccole infrazioni?

 

L'eccessiva tolleranza ipotizzata dalla domanda, altro non è che impossibilità di effettivo controllo.

 

Sei a favore o contro i tori?

 

A favore.

 

Qual è la tua opinione sul movimento di occupazione illegale di beni altrui?

 

Attenuanti a parte, contrario.

 

Ti interessa molto la marca quando fai compere?

 

E' stato un difetto da giovinezza. Ora, neanche per idea.

 

Ti sembra giusto l'abitudine di dare la mancia?

 

Non do mance. Lo trovo umiliante.

 

Ci sono troppe feste e vacanze nel calendario lavorativo?

 

Non sono particolarmente colpito dalla questione.

 

Credi che sia esagerato il clima catastrofico che si è creato intorno al cambiamento climatico?

 

La domanda contiene un pregiudizio: esagerato. Questo a parte, visto che la ragione non la segue nessuno, ben venga il grido.

 

Boicotti una marca se ti rendi conto che fa lavorare bambini nel terzo mondo, o che inquina l'ambiente?

 

Visceralmente parlando si. Di fatto, però, non è che fanno lavorare i bambini per il solo gusto di farli lavorare. Se i genitori del terzo mondo avessero di che vivere, li farebbero giocare. Io ho iniziato a lavorare a 13 anni, prima all'apertura del mercato della frutta al paese, e poi battendo il baccalà. Non c'erano alterne opzioni: o così, o la fame.

 

Difendi la sperimentazione sugli animali per sviluppare delle medicazioni che possono salvare vite umane?

 

No.

 

A cosa si deve la proliferazione della violenza di genere?

 

A questioni di mercato, e/o a paure.

 

Qual è la tua opinione sulla massificazione della chirurgia plastica e delle protesi?

 

Contento il plasticato, contento io. Quali protesi?

 

Si dovrebbero stabilire maggiori restrizioni sull'uso dell'automobile all'interno delle città?

 

Si, ma dividendo uso da abuso.

 

Gli extraterrestri esistono?

 

Come teorica possibilità della vita, può essere.

Cultura

 

Cos'hai ora nel tuo MP3?

 

Non ho mp3

 

Che libri stai leggendo in questo periodo?

 

Di evasione

 

Luoghi del mondo che hai conosciuto ultimamente?

 

L'Io.

 

Qual è il film che non ti stanchi mai di vedere?

 

Uomo per tutte le stagioni.

 

Mac o PC? Perché?

 

PC. Puro caso.

 

Cosa verrà dopo la società consumistica?

 

Una società che discerne sugli eccessi.

 

Ti sembra eccessiva la saturazione pubblicitaria che c'è nei media?

 

Si, però, o così, o pagarli di più.

 

Credi che ci sia troppo sesso e troppa violenza nei media?

 

Si, ma si può sempre chiudere un giornale. Si, ma si può sempre cambiare canale.

 

Quali erano le tue materie preferite alle superiori?

 

Religione, ma in quanto studio. Letteratura. Storia se non noiosa.
 

Credi che cose come videogiochi, chats, ecc. nascondano dietro di sé un pericolo di assuefazione per gli adolescenti?

 

Da quello che leggo, pare sia così.

 

Qualche libro di crescita personale che ti ha trasformato la vita?

 

A decine, ma non ricordo i titoli, così come non ricordo le bistecche che ho mangiato, e che pure fanno parte della mia sostanza.

 

Hai mai comprato opere d'arte? Di che tipo? Cosa ti spinge a farlo?

 

Un lusso che non mi posso permettere, ma che non seguirei anche potendolo: dopo un po', anche un Prassitele viene a noia.

 

Marketing, briefing, brainstorming….. fai qualche sforzo per evitare gli anglicismi o li accetti senza problemi?

 

Per accettarli li accetto. Per curarmene, dipende dal caso.

 

Difendi i graffiti urbani?

 

Se non sono una grafo - patologia, si.

 

Che riviste leggi abitualmente?

 

Nessuna. per le mie tasche costano troppo.

 

La pirateria continua ad aumentare, cosa succederà con l'industria della musica, del cinema e della cultura in genere?

 

Troveranno modo di difendersi.

 

Che sport fai e con che frequenza?

 

Nessun sport.

 

Il cinema deve essere sovvenzionato quando vengono poi utilizzate stelle milionarie?

 

Se la sovvenzione non basta, perché no?

 

Come spieghi l'auge della cultura del voler essere famosi?

 

Non la condivido. Vedo il voler essere famosi come il tentativo di chi vuole uscire da un sé vissuto come "fossa": illusione di chi non si rende conto che nessuno ci esce per sempre.

 

Consigliaci un ristorante e un luogo per bere qualcosa, di sera, che frequenti in città.

 

Io vado in un kebab. Chi mi ama mi segua.

 

Cos'hai ora nella tua borsa?

 

Un Pc.

 

La tua forma di ammazzare il tempo?

 

Leggere o dormire.

 

In che città vivi? Cosa ti piace di più e cosa meno d'essa?

 

Verona. Mi piace nel suo complesso. Nel suo complesso, non mi piace la psiche veronese: conservatrice e ipocrita. Ci sono le eccezioni, ovviamente.

 

Un video di Youtube con qualcosa che è stato significativo nella tua vita.

 

Vale per You tube quello che vale per i libri: a decine ma non ricordo i titoli.

 

Dove pensi di passare le tue prossime vacanze?

 

A casa. Ci sto benissimo. Mi basta chiudere la porta per sentirmi in ferie.

Filosofia

 

Cos'è per te la bella vita?

 

Assenza del dissidio.

 

Qual è il segreto della felicità?

 

Godere di quanto basta.

 

Cos'è un amico/a?

 

Una voglia di amore che ha trovato chi amare.

 

La tua filosofia della buona salute

 

"Nulla in eccesso."

 

Esiste l'anima?

 

Anima è ciò che anima. Ciò che anima è vita. Essendovi l'animato, si.

 

Dove finisce la scienza e dove inizia l'ideologia?

 

L'ideologia si nutre di convinzioni, non necessariamente provate. Direi, quindi, che la scienza finisce dove inizia il pensiero non provato.

 

Cos'è la bellezza?

 

Una voce della verità.

 

Chi è Dio?

 

Il Principio della vita.

 

Che c'è dopo la morte?

 

Un luogo della vita, quindi, nulla se si crede che la vita sia a termine.

 

Se l'entrata alla partita di calcio varrà il doppio fra 12 anni, e tuo figlio ha compiuto 12 anni ieri, che età dirai che ha al bigliettaio?

 

Vuoi ripetere?

 

Se fossi milionario che opera benefica faresti?

 

Emergency

 

I tuoi difetti e le tue virtù?

 

I miei difetti li lascio dire agli amici. Le mie virtù ai nemici.

 

Tre parole che oggi giorno sono molto importanti.

 

Bene, vero, giusto.

 

In letto di morte di cosa credi ti rammaricheresti di non aver fatto in vita?

 

Quando mai morirei, se prima dovessi ricordare tutto quello che non ho fatto!

 

Quale sarebbe il tuo epitaffio?

 

Ho detto. Ho fatto. Ho finito.

Invitato da questo sito ad auto intervistarmi, mollo gli ormeggi. 

Pubblicata all'indirizzo   http://www.whohub.com/perdamasco