Vita, è corrispondenza di stati fra tutti e in tutti i suoi stati:

 

Natura

Cultura

Spirito

 

Per Natura, intendo il corpo della vita comunque effigiata;

per Cultura, la conoscenza comunque raggiunta;

per Spirito, la forza della vita comunque agita.

Una informazione non corrispondente allo stato (naturale - culturale - spirituale) di una data vita, altera il rapporto di forza fra gli stati. Alterandolo, mina una Natura e la dissocia dalla sua dalla Cultura. Così facendo, l'ammala di estraneità.

 

Lo stato trinitario della vita è unitario tanto quanto agisce l'equa corrispondenza fra gli stati. Ammesso al principio (e dello stesso Principio) lo stato di assoluto perché primo, e ammesso che in nessun stato primo possano sussistere equamente delle parti seconde, ne consegue che l'unità fra i suoi stati, oltre che assoluta è inscindibile.

La Natura è il luogo del Bene

La Cultura

è il luogo del Vero

Lo Spirito

 è il luogo del Giusto

 

che corrisponde dalla misura di relazione fra il Bene e il Vero.

La Natura è la ragione del Bene

La Cultura

è la ragione del Vero

Lo Spirito

è la ragione del Giusto

 

che corrisponde dallo stato di vita fra il Bene e il Vero.

Il Bene della Natura

il Vero della Cultura

il Giusto dello Spirito

 

sono i rami portanti in ogni morale (comunque religiosa o comunque no)

perché, nei principi del Principio, fondono la loro promessa nella stessa terra: la vita.