La Parola

La parola è l'emozione della vita che dice sé stessa

 

in ciò e per ciò  che si è

 

 

si sa

si sente.

Nel dissidio

 

Verso di noi come verso altro da noi, nella mancata corrispondenza fra gli stati subentra il dissidio. Dissidio è delirio della mente che brancola fra errore e dolore.

 

Nella quiete

 

Nella cessazione del dissidio, subentra la quiete nel corpo, il silenzio nella mente, e la pace nello Spirito. Nella cessazione del dissidio per raggiunta corrispondenza di vita, l'esistente persegue e perpetua il principio del Principio (la vita) senza dolore naturale, spirituale, e senza errore culturale, vuoi fra vita e vita, vuoi fra vita e Vita.

 

Nel dolore

 

Dove non vi è corrispondenza fra il bene e il vero subentra il dolore. Il dolore, tesi della violenza e antitesi della giustizia è il male naturale e spirituale da errore culturale. Il male è la voce del dolore in tutti i generi di errore.

 

Nel lutto

 

Dalla ferita nello Spirito si origina il lutto. Dal dolore nella Natura si origina l'urlo. Dall'errore nella Cultura si origina il pianto. Il lutto è il muro del pianto che nega la vista verso la vita.

 

Nella colpa

 

Lo Spirito fa sentire la mancanza nella vitalità che diciamo colpa quando vi è dissidio nella comunione di vita fra ciò che sente il corpo, ciò che sa la mente, ciò che prova lo spirito.